San Martino Canavese

Il territorio di San Martino, bagnato dal torrente Chiusella, è caratterizzato da un variegato e composito pesaggio, in prevalenza collinare.        

Un tempo quest'area era ricca di bacini lacustri, lungo i quali, fin dal Neolitico, si concentrarono i primi insediamenti umani.

Sembra che nel 356 d.C. San Martino di Tour, perseguitato insieme al vescovo di Milano Dionigi e a Sant'Eusebio, si rifugiasse in quest'area. Il comune avrebbe preso il nome del santo in ricordo di questo soggiorno. A loro volta i feudatari del luogo assunsero l'appellativo dal villaggio e sorse così il ramo detto San Martino di San Martino, che vantava discendenze arduiniche e che si estinse definitvamente nel XVI secolo.

Verso la fine del XII secolo il castello, sede dei San Martino, fu trasformato in potente fortezza insieme all'antico villaggio: ma i contrasti tra guelfi e ghibellini, il tuchinaggio, le numerose bande armate che caratterizzarono le vicende generali del Canavese durante il Medioevo, portarono ingenti distruzioni all'edificio.

L'antica torre-porta, in seguito a successive sopraelevazioni, ha oggi la funzione di campanile della chiesa Parrocchiale di San Martino.

Uffici
Indirizzo: Piazza Marconi, 1 - 10010 S.Martino C.se (To)
Telefono: +39-0125-739121
Fax: +39-0125-640972
Email: san.martino.canavese@ruparpiemonte.it
Sito internet: Comune di San Martino Canavese
Dati statistici
Posizione: 41 Km da Torino
Altitudine: 385m. sul livello del mare
Superficie: 9Kmq
Abitanti: 855
Densità: 95 ab/Kmq