I tradizionali "bagnetti"

La cucina canavesana ha saputo sfruttare ingredienti poveri dell'orto per dare profumi intensi e particolari ai propri piatti. La tradizione dei "bagnetti" (bagnet vert e bagnet ros), da gustare sui tomini freschi, sulla lingua, sul bollito etc., ne è un esempio emblematico.

Il bagnetto verde

Il bagnetto verde viene tradizionalmente abbinato alla lingua di vitello, rendendola un piatto particolarmente appetitoso e molto "estivo".

Ingredienti per la salsa:

20 gr. di mollica di pane bagnata nell’aceto bianco e strizzata, 1 spicchio d’aglio, 1 tuorlo d’uovo sodo, 2 acciughe sotto sale, 1 manciata di prezzemolo tritato, 10 cl. di olio di oliva,  sale e pepe.

Preparazione

Lessate la lingua per circa 2 ore e lasciatela raffreddare.

Spellatela ed affettatela sottilmente, servendola ricoperta dalla salsa fatta tritando tutti gli ingredienti e aggiungendo  poco alla volta l’olio, fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Il bagnetto rosso

Il bagnetto rosso viene tradizionalmente abbinato ai bolliti, rendendo saporita anche la carne meno pregiata.

Ingredienti per la salsa:

1 kg di pomodori maturi, 2 cipolle, 2 carote, 2 spicchi d’aglio, un pizzico di peperoncino, 2 cucchiai di zucchero, 10 cl. di aceto rosso, olio di oliva e sale.

Preparazione

Tagliate a pezzi pomodori, cipolle, carote e aglio e poneteli in un tegame con poco olio. Aggiungete il peperoncino, salate e ponete sul fuoco moderato. Fate cuocere per 30 minuti.. Aggiungete zucchero e aceto e continuate la cottura per altre 2 ore. A cottura ultimata passate la salsa per renderla omogenea e aggiungete olio di oliva.